iso

IVM

E’ un metodo che è stato sviluppato nel mondo internazionale e nel corso degli ultimi anni cerca di perfezionarsi con l’ obiettivo di venire incontro alle esigenze delle donne, che a causa di eventuali problemi di salute non possano assumere farmaci per la stimolazione ovarica. Con questo metodo si usano i follicoli primitivi che si trovano già nelle ovaie. Così il prelievo di ovociti viene fatto molto prima, addirittura nel 7º-8º giorno rispetto allo stadio della stimolazione ovarica. In laboratorio vengono prelevati gli ovociti immaturi e messi in coltura in speciali terreni e a condizioni ambientali che ne favoriscono la maturazione. Se quest’ ultimi raggiungono la maturazione, dopo 1 o 2 giorni vengono fecondati con il metodo dell’ iniezione intracitoplasmatica dello Spermatozoo del partner (ICSI). Le procedure successive sono uguali a quelle della fecondazione assistita già sufficientemente descritte in precedenza. I risultati di questo metodo sono minori rispetto al metodo classico della fecondazione assistita, resta però, una valida alternativa per venire incontro alle particolari esigenze di questa piccola fetta della popolazione.